La menopausa è una fase della vita di una donna che segna la fine della fertilità e della produzione di estrogeni e progesterone da parte dell’ovaio. Solitamente si verifica intorno ai 50 anni di età, anche se può variare da persona a persona.

Cosa fare se si ingrassa in menopausa? Perché l’aumento di peso nella stragrande maggioranza dei casi è fuori discussione. Un problema complesso, che richiede una certa profondità di pensiero.

A maggior ragione perché a collidere sono numerose variabili, alcune impossibili da gestire, altre alla nostra portata.

E tanti parlano della famosissima “dieta bilanciata”, di certo fondamentale. Le problematiche si presentano, però, quando mostrare aderenza alla dieta diventa difficile, se non impossibile, a causa dello stress che la menopausa può causare.

Come abbiamo visto nella scorsa guida, non è tanto la dieta a fare la differenza quanto il nostro atteggiamento mentale nel seguirla. Lo stesso vale anche per le donne in menopausa.

Scopriamo di più insieme!

Più kg in menopausa? L’importanza dell’atteggiamento mentale nel dimagrimento

Nel paragrafo precedente ho accennato a due tipi di variabili: quelle immutabili e quelle, invece, gestibili. Partendo dalle prime, è lecito ricordare che, in menopausa, si tende certamente ad ingrassare ma – questo deve essere chiaro – non si tratta di una malattia.

L’aumento di peso è dettato da cause endocrinologiche come fluttuazioni ormonali e cambiamenti importanti nel metabolismo che sfuggono al nostro controllo.

Altri sintomi potrebbero essere:

  1. Vampate di calore e aumento della sudorazione.
  2. Sbalzi d’umore: irritabilità, ansia e depressione.
  3. Aumento o diminuzione del desiderio sessuale.
  4. Secchezza vaginale: una riduzione della produzione di estrogeni può causare secchezza vaginale, che può portare a prurito e dolore durante i rapporti sessuali.
  5. Cambiamenti nella pelle e nei capelli: la pelle può diventare più secca e meno elastica, mentre i capelli possono diventare più fragili.

Ad un aumento di appetito corrisponde una diminuzione del metabolismo. Tradotto: viene ingerita una quantità di cibo superiore, ma il corpo ha minori possibilità di bruciare calorie. Si arriva così ad un surplus calorico: mangiamo più di quello che tendiamo a consumare.

È di certo una situazione causata da fattori ormonali che sfuggono al nostro controllo. Mangiando più di quello che consumiamo, tenderemo ad ingrassare.

Attenzione però: non tutto è perduto.

Le variabili che possiamo gestire e che ci possono permettere di arrivare ad un risultato concreto, riguardano la dieta ed uno stile di vita attivo.  Quando tuttavia parlo di dieta non mi riferisco di certo al COSA, ma al COME.

Si, perché è solo dopo i primi giorni o le prime settimane dall’incontro con il medico/nutrizionista che si intravedono le prime resistenze. Il motivo è semplice…

Guarire dalla dieta

Scopri il mio  metodo pratico e scientifico grazie al quale le persone possono perdere peso a partire dal loro legame col cibo.

MIND Slim: il metodo per le donne in menopausa

La menopausa può essere un periodo difficile per seguire una dieta a causa dei cambiamenti prima citati, che, come abbiamo visto, possono influire sull’appetito, il metabolismo e le preferenze alimentari.

Ecco alcune possibili ragioni per cui potresti trovare difficile seguire una dieta durante la menopausa:

  1. Cambiamenti ormonali: durante la menopausa, i livelli di estrogeni diminuiscono, il che può influire sul metabolismo e sull’appetito. Ciò può rendere difficile controllare l’appetito e può portare a un aumento del peso.
  2. Cambiamenti delle preferenze alimentari: durante la menopausa, alcune donne possono sperimentare cambiamenti nelle preferenze alimentari, come una maggiore voglia di cibi dolci o grassi.
  3. Stress emotivo: la menopausa può essere un periodo di stress emotivo, il che può rendere difficile mantenere una dieta sana e bilanciata. Lo stress può portare a scelte alimentari poco salutari come il comfort eating.

Per superare questi ostacoli e seguire una dieta sana durante la menopausa, ti consiglio di:

  1. Seguire un piano alimentare ideato da un professionista: pianificare in anticipo i pasti e gli spuntini può aiutare ad evitare scelte alimentari poco salutari.
  2. Mantenere una routine di attività fisica: l’esercizio fisico regolare può aiutare a mantenere il metabolismo attivo ed a controllare il peso.
  3. Apprendere competenze e strategie per gestire con successo lo stress.

La principale difficoltà, quindi, consiste in quest’ultimo punto. Sarebbe letteralmente impossibile seguire anche la miglior dieta se siamo in balìa dello stress.

Se è vero che le principali difficoltà a mantenere un’aderenza alla dieta sono mentali, allora per ottenere un risultato concreto sarà per forza di cose necessario rivolgersi ad un professionista della mente.

Per questo vorrei introdurti il mio metodo, MIND Slim. Si tratta di un percorso specifico per donne in menopausa che mira a fornire le competenze necessarie per gestire la tua emotività e quindi avere successo con la dieta.

Scopri se fa per te: puoi contattarmi via mail richiedendo informazioni, oppure fissare direttamente con me un meeting conoscitivo via web meeting. Se vivi a Padova e dintorni potremmo vederci dal vivo in studio.

A presto!

Ansia: quando è patologica e come gestirla

Ansia: quando è patologica e come gestirla

 "Come si fa a togliere l'ansia" è una delle  tante ricerche che le persone digitano su Google. Il motivo? L'ansia, che tutti noi conosciamo bene, si manifesta in una gamma dinamica che va dall'utile vigore all'opprimente peso della preoccupazione costante e fa parte...

Piccole abitudini che fanno la differenza

Piccole abitudini che fanno la differenza

Ci siamo, finalmente è arrivato gennaio. Il mese del cambiamento per eccellenza, nel quale molti promettono a se stessi grandi mutamenti. Di buoni propositi ce ne sarebbero in quantità, ma a noi ne interessa uno in particolare: la famosa dieta dell’anno nuovo. In...

Assertività: la tecnica dell’annebbiamento

Assertività: la tecnica dell’annebbiamento

Ed eccoci arrivati all’ultimo dei tre articoli dedicati all’assertività, una delle competenze comunicative che chiunque dovrebbe possedere. Negli scorsi contenuti ci siamo concentrati su come rifiutare del cibo offerto in un contesto amicale e in seguito in un...