La frase “da domani mangio bene e mi iscrivo in palestra” è una delle più conosciute e pronunciate in Italia da chi non riesce a seguire una dieta. L’idea che “da domani” sarà diverso perché ce la metteremo tutta in un certo senso ci fa stare meglio.

Abbiamo infatti l’assoluta certezza che, agendo su cibo ed esercizio fisico, riusciremo a perdere peso in modo matematico. Purtroppo, però, si tratta di un falso mito.

Sì, perché così facendo stiamo trascurando la parte più importante del processo: la mente. Non sono cibo ed esercizio fisico a fare la differenza, ma il nostro atteggiamento mentale verso di essi.

Il detto “vuoi dimagrire? Vai dallo psicologo!” farà forse sorridere i più, ma è una frase che va ben spiegata e contestualizzata. E noi lo faremo nella guida di oggi. Qual è il legame tra psicologia, aderenza alla dieta e dimagrimento? Scopriamolo insieme!

Supporto Psicologico e Dimagrimento

Il sovrappeso può essere causato da molteplici fattori. Laddove non ci siano cause biologiche o di natura patologica, potrebbe essere la risultante di uno stile di vita scorretto e scelte alimentari non ottimali.

Prendiamo d’esempio, quindi, una persona che vorrebbe semplicemente rimettersi in forma e perdere quei kg di troppo che la perseguitano. Lo schema comportamentale che si innesca è sempre lo stesso, e forse lo hai vissuto anche tu.

In un primo momento siamo motivati, andiamo in palestra, seguiamo diete anche fin troppo restrittive. I più scrupolosi investono su professionisti come personal trainer ed esperti certificati in nutrizione.

Man mano che si va avanti, tuttavia, diventa sempre più difficile rimanere aderenti ad esercizio fisico e dieta. E, alla fine, si finisce per abbandonare il nuovo stile di vita per tornare alle abitudini precedenti.

E allora, consci che tutto sta per finire, ci si chiede “Perché non riesco a seguire la dieta? Come mai gli altri ce la fanno, e io no?”

L’essere umano cerca di motivare le proprie scelte e i propri comportamenti con informazioni logiche, e anche in questo caso si procede ad una vera e propria caccia alle streghe. Vengono ad innescarsi pensieri quali:

“se non riesco a seguire la dieta, forse non è la più adatta a me”

“L’esercizio fisico è troppo pesante, probabilmente dovrei cambiare scheda o allenatore”

“Sapevo che non ce l’avrei fatta… tra casa, famiglia e impegni vari arrivo a casa sempre troppo stanca e poi… non avrei il tempo necessario”

Dopo numerosi mutamenti di strategia e professionisti, tuttavia, il risultato non cambia. Questo accade perché ci si concentra, come abbiamo detto in precedenza, su dieta e allenamento.

Il segreto è uno soltanto: cambiare prospettiva. Già, perché il motivo principale per il quale non riesci a seguire la dieta è l’atteggiamento mentale. Un auto-sabotaggio silenzioso che è possibile gestire solo con determinate strategie. Vediamo insieme quali.

Guarire dalla dieta

Scopri il mio  metodo pratico e scientifico grazie al quale le persone possono perdere peso a partire dal loro legame col cibo.

Dimagrire è una questione psicofisica

Una perdita di peso sana, che possa portare a risultati eccellenti sul lungo periodo, deve per forza di cose prendere in considerazione tanto il fattore fisico quanto quello mentale.

Un approccio completo, che viene definito in gergo bio-psico-sociale. Ed è esattamente questo il focus principale del metodo MIND Slim. Grazie all’applicazione di strategie scientifiche potremo agire sui tuoi pensieri e sulle tue credenze.

Le tecniche che fanno parte del percorso completo ti permetteranno di:

  • Gestire la fame emotiva con consapevolezza;
  • Modificare gli atteggiamenti mentali disfunzionali nei confronti del cibo;
  • Diventare consapevole di alcuni meccanismi chiave implicati nell’aumento di peso;
  • Riscoprire il piacere del cibo eliminando quel senso di disagio che provi dopo ogni boccone considerato “sporco”.

E molto altro. Mantenere un’aderenza a dieta ed esercizio fisico sarà più semplice.

Cambiare le proprie abitudini alimentari è un obiettivo complesso e non può di certo essere raggiunto in un giorno con la magica frase “da domani mi metto a dieta e mi iscrivo in palestra”.

Riassumendo, molto spesso, la difficoltà principale del rimanere aderenti ad una dieta non ha nulla a che fare con la dieta stessa. Sarà l’atteggiamento mentale a fare la differenza. Il supporto psicologico in questo senso ti potrà aiutare, mediante l’applicazione di strategie scientificamente fondate.

Mi rendo conto che fare quel “passo” sia difficile. Per facilitare la tua scelta e darti la possibilità di comprendere che affidandoti a me avrai la possibilità di migliorare, offro da prassi un primo incontro conoscitivo gratuito. Per saperne di più, ti basterà visitare la pagina MIND Slim o inviarmi una mail tramite la pagina contatti.

Al prossimo articolo!

Ansia: quando è patologica e come gestirla

Ansia: quando è patologica e come gestirla

 "Come si fa a togliere l'ansia" è una delle  tante ricerche che le persone digitano su Google. Il motivo? L'ansia, che tutti noi conosciamo bene, si manifesta in una gamma dinamica che va dall'utile vigore all'opprimente peso della preoccupazione costante e fa parte...

Piccole abitudini che fanno la differenza

Piccole abitudini che fanno la differenza

Ci siamo, finalmente è arrivato gennaio. Il mese del cambiamento per eccellenza, nel quale molti promettono a se stessi grandi mutamenti. Di buoni propositi ce ne sarebbero in quantità, ma a noi ne interessa uno in particolare: la famosa dieta dell’anno nuovo. In...

Assertività: la tecnica dell’annebbiamento

Assertività: la tecnica dell’annebbiamento

Ed eccoci arrivati all’ultimo dei tre articoli dedicati all’assertività, una delle competenze comunicative che chiunque dovrebbe possedere. Negli scorsi contenuti ci siamo concentrati su come rifiutare del cibo offerto in un contesto amicale e in seguito in un...