Il proposito di intraprendere azioni migliorative a inizio anno é un clichè. I buoni propositi legati alla dieta sono ancora più famosi. Idee e pratiche che in un primo momento sembrano geniali e profittevoli, come se brillassero di luce propria.

Poi Gennaio finisce e non è cambiato nulla. Seguono Febbraio, Marzo… fino ad arrivare a Dicembre dell’anno successivo in un loop senza fine. Quasi sempre, infatti, i buoni propositi si rivelano impossibili da realizzare. Le motivazioni comuni riguardano la mancanza di pianificazione ed un atteggiamento mentale che tende a favorire il breve termine.

Inoltre, chi decide di intraprendere un nuovo regime alimentare si getta in modifiche drastiche che generano abitudini più dannose che altro.

Oggi daremo una risposta alla domanda delle domande, apparentemente innocua, che tuttavia nasconde importanti insidie. Quando è meglio iniziare la dieta? Scopriamo di più insieme, da un punto di vista quasi sempre sottovalutato: quello mentale.

Guarire dalla dieta

Scopri il mio  metodo pratico e scientifico grazie al quale le persone possono perdere peso a partire dal loro legame col cibo.

Quando è meglio iniziare la dieta?

Alcuni dicono il Lunedì, altri il primo Gennaio, appena dopo le vacanze natalizie. Il problema principale è che chi afferma ciò molto spesso ha fallito o non ha idea di come funzioni realmente. La verità è una, ed una soltanto: non esiste un momento più propizio di altri.

Vanno considerate poi alcune importantissime variabili come le esigenze personali, la “giornata tipo” della persona in questione, oltre al:

  • Timing: potresti voler iniziare la dieta in un momento in cui hai meno impegni e stress nella tua vita, in modo da poter dedicare più tempo ed energie per pianificare ed essere più attivo fisicamente;
  • Obiettivi: avere un obiettivo generico in mente, come perdere peso per un evento importante o migliorare la tua salute generale ti permetterà di… fallire. È proprio come sembra. Quella di saper fissare obiettivi raggiungibili, specifici, determinati nel tempo è una competenza necessaria, altrimenti ti ritroverai in un circolo vizioso.
  • Supporto: l’aiuto professionale di figure che ti possono aiutare a rimanere sulla strada giusta è indispensabile per chi non riesce da sola.

Quest’ultimo punto è importante, e va approfondito. Nel paragrafo seguente esploreremo i benefici dell’applicazione del metodo MIND slim tanto per quanto riguarda gli obiettivi che in ottica di supporto.

Come funziona MIND Slim?

L’abbiamo ripetuto in molte altre guide precedenti: mantenere l’aderenza alla dieta è parecchio difficile e le problematiche principali sono di natura psicologica. Ecco perché MIND Slim è un metodo che può realmente supportare le persone a raggiungere i loro obiettivi di dieta a lungo termine.

MIND Slim si basa su una combinazione di strategie di gestione della mente e di educazione alimentare, che aiutano le persone a capire i loro comportamenti ed a sviluppare una relazione più salutare con il cibo. Lascia che ti spieghi come funziona nel dettaglio.

Tramite un colloquio iniziale andremo ad analizzare le problematiche alla base delle difficoltà che non ti permettono di perdere peso e di stare bene con te stessa. Nei successivi quattro incontri ti fornirò delle strategie scientifiche che ti permetteranno di imparare a gestire al meglio le tue emozioni, sviluppando un corretto legame con il cibo.

Proprio così: ti fornirò le conoscenze e le tecniche che ti permetteranno di essere più consapevole sul “come funziona”.

In primo luogo, quindi, MIND Slim incoraggia a fare piccoli cambiamenti graduali nella loro dieta invece di cambiamenti drastici. Questo rende più facile per le persone adattarsi e mantenere i miglioramenti a lungo termine.

Attenzione però: le ricadute sono sempre dietro l’angolo, a maggior ragione subito dopo aver appreso le giuste tecniche. Ecco perché l’ultima parte del percorso MIND Slim è costituita da tre incontri di monitoraggio e rinforzo per garantire la massima efficacia delle soluzioni trovate.

In sintesi, MIND Slim è un metodo efficace per aiutare le persone a mantenere l’aderenza alla dieta a lungo termine, evitando le ricadute. Guarire dalla “dieta” intesa come uno stato mentale tossico è possibile. Grazie a tecniche scientifiche otterrai cambiamenti graduali e consapevolezza delle scelte alimentari.

Il primo passo è gratuito e senza impegno: ti basterà contattarmi e prenotare il primo incontro conoscitivo.

Ansia: quando è patologica e come gestirla

Ansia: quando è patologica e come gestirla

 "Come si fa a togliere l'ansia" è una delle  tante ricerche che le persone digitano su Google. Il motivo? L'ansia, che tutti noi conosciamo bene, si manifesta in una gamma dinamica che va dall'utile vigore all'opprimente peso della preoccupazione costante e fa parte...

Piccole abitudini che fanno la differenza

Piccole abitudini che fanno la differenza

Ci siamo, finalmente è arrivato gennaio. Il mese del cambiamento per eccellenza, nel quale molti promettono a se stessi grandi mutamenti. Di buoni propositi ce ne sarebbero in quantità, ma a noi ne interessa uno in particolare: la famosa dieta dell’anno nuovo. In...

Assertività: la tecnica dell’annebbiamento

Assertività: la tecnica dell’annebbiamento

Ed eccoci arrivati all’ultimo dei tre articoli dedicati all’assertività, una delle competenze comunicative che chiunque dovrebbe possedere. Negli scorsi contenuti ci siamo concentrati su come rifiutare del cibo offerto in un contesto amicale e in seguito in un...